20

NOVEMBRE

La farina migliore per i dolci delle feste natalizie

11707461_1001940709848168_6910769132077437811_n

Si avvicinano le feste natalizie e di sicuro uno dei prodotti più conosciuti e presenti sulle tavole degli italiani durante il periodo natalizio è il Panettone.

Dolce tipico lombardo, il panettone insieme al risotto giallo, l’osso buco e la michetta è stato insignito del  marchio distintivo De. Co. “Denominazione Comunale” milanese diventando, tra l’altro, il simbolo dell’appena conclusosi Expo 2015, in cui è stato presentato alla stampa da Iginio Massari, uno dei più grandi pasticcieri italiani.

Un destino roseo e in crescendo anche quello delle vendite, che vede una aumento del 14 % delle esportazioni di tale prodotto all’Estero, in cui è uno dei prodotti italiani più conosciuti al di fuori dei nostri confini nazionali.

Molta fama e molta gloria per il panettone del quale la ricetta, forse pochi sapranno, è protetta da un decreto Ministeriale del 2005.  Per proteggere e dare un’informazione adeguata al consumatore, tale decreto ha stabilito quali debbano essere le regole ferree per la sua produzione e quante e quali ingredienti utilizzare per produrlo.

L’impasto del panettone deve contenere i seguenti ingredienti: farina di frumento; zucchero; uova di gallina di categoria A o tuorlo d’uovo, in quantità tali da garantire non meno del 4% in tuorlo, burro, in quantità non inferiore a 16%, uvetta e scorze di agrumi canditi, in quantità non inferiore al 20%, lievito naturale costituito da pasta acida, sale.

La norma dà inoltre un quantitativo molto ristretto di ingredienti che è possibile aggiungere a quelli base.

Le fasi di lavorazione sono tassativamente le seguenti: fermentazione, preparazione impasto con dosaggio ingredienti e aggiunta inerti e impastamento, porzionatura, pirlatura, lievitazione, scarpatura, cottura, raffreddamento, confezionamento.

Tutti i prodotti che non hanno le caratteristiche elencate non potranno prendere la denominazione protetta di “Panettone” ma saranno denominati prodotti da forno.

Una norma che sembra molto restrittiva ma che vuole aiutare da una parte i pasticcieri nel loro lavoro, dettando delle linee guida ben precise e dall’altra tutelare il consumatore, che potrà essere sicuro della qualità di ciò che acquista.

Prova Ps Oro  Molino Vigevano della linea Farine Oro di Macina per la preparazione del tuo  panettone, la Farina ideale per grandi lievitati dolci, dal gradevole tocco aromatico dato dal germe di grano.

 

Condividi su: